English | Italiano | 中文 | Pусский | Français | Deutsch | Español
Impugnazione atti di gara d’appalto: cosa succede in Europa?

Impugnazione atti di gara d’appalto: cosa dice la Corte di Giustizia Europea? 

La sentenza resa dalla Corte di Giustizia, III Sezione, nella causa C-328/17 dipana qualsivoglia dubbio in materia di impugnazione degli atti di gara d’appalto in Europa. Invero, la stessa ha statuito che sono da considerarsi legittimati ad impugnare solo coloro che hanno ufficialmente partecipato al bando di gara.

Il principio di diritto portante di tale pronuncia consiste nella circostanza che soltanto la partecipazione a un procedimento di aggiudicazione costituisce condizione indispensabile da cui desumere l’interesse del soggetto nei confronti della procedura stessa. Dunque, gli Stati membri, conformemente a quanto precede, non debbono consentire l'accesso alle procedure di ricorso a chiunque, bensì esclusivamente a coloro che ab origine, interessati, risultano essere stati lesi dalla violazione subita.

Pacifica è la presenza di un’unica eccezione, inerente ai casi in cui l’offerta si dimostri oggettivamente impossibile a causa dell'esistenza di clausole immediatamente escludenti o onerose, atte di per sé ad inficiare la partecipazione al bando o alla formulazione dell’offerta.

Impugnazione atti di gara d’appalto in Unione Europea: come si richiede? 


L'impugnazione degli atti di gara d'appalto dell'Unione Europea è consentita all’offerente che ritiene di essere stato discriminato o abbia rilevato delle irregolarità nella procedura di partecipazione.

La procedura di ricorso è sottoposta alla decisione degli organi giurisdizionali o agli organi di ricorso indipendenti del Paese UE in cui l’appalto è stato pubblicato

.

Nel dettaglio, in presenza di un’offerta respinta, si deve attendere la notifica dell’aggiudicazione a partire dalla quale inizia a decorrere il termine sospensivo di 10 giorni, entro il quale sarà possibile presentare domanda di riesame.

Durante tale periodo di sospensione non è consentito sottoscrivere il contratto di aggiudicazione.

Se l'organo giurisdizionale o l'organo di ricorso ritengono fondato il reclamo, possono:

- revocare la decisione di aggiudicazione;
- richiedere che alcune parti del processo di valutazione siano ripetute;
- annullare l'intera procedura.

Impugnazione atti di gara d’appalto in Unione Europea: le direttive europee sulle procedure di ricorso 

Le Direttive Europee in materia di appalti pubblici che disciplinano le procedure di aggiudicazione e alcuni aspetti relativi all’esecuzione degli appalti pubblici e dei contratti di concessione che superano determinate soglie, possono così catalogarsi:

⦁ Direttiva 92/13/CEE del Consiglio del 25 febbraio 1992;
⦁ Direttiva del Consiglio del 21 dicembre 1989;
⦁ Direttiva 2009/81/CE del Parlamento Europeo e del Consiglio del 13 luglio 2009;
⦁ Direttiva 2007/66/CE ;
⦁ Direttiva 2014/24/UE.

Con la sentenza resa nella causa C-333/2018 la Corte di Giustizia Europea dell’UE, X sezione, ha ribadito, in tema di rapporti tra ricorso principale e ricorso incidentale, la necessità che venga previamente esaminato il ricorso principale.

In ossequio a quanto disposto dalla sentenza richiamata, gli interessi perseguiti dagli offerenti, mediante la presentazione di due ricorsi tendenti alla reciproca esclusione, sono da considerarsi equivalenti. Ergo, il Giudice esaminatore del ricorso non potrà dichiarare irricevibile il ricorso principale in applicazione di norme procedurali nazionali che ritengono l’esame prioritario del ricorso incidentale proposto da un altro offerente.

Il ricorso principale deve essere sempre esaminato, non essendo il suo esame subordinato alla previa constatazione che tutte le offerte classificate alle spalle di quelle del ricorrente principale siano irregolari.

Impugnazione atti di gara d’appalto in Unione Europea: come possiamo aiutarti? 

Se vuoi più informazioni sull'impugnazione degli atti di gara d'appalto in Europa, possiamo aiutarti: abbiamo un dipartimento di diritto amministrativo.

Gli avvocati del team seguono i clienti italiani e stranieri che siano interessati a partecipare a gare di appalto internazionali. Forniamo assistenza a 360°, dalla fase di preparazione dei documenti necessari alla ammissione alla procedura alla fase di eventuale ricorso.

Desideri assistenza per presentare domanda di riesame in merito alla esclusione da una gara di appalto internazionale o vuoi consigli su come partecipare? Contattaci.



PALERMO | MILANO | ROMA | NAPOLI | CATANIA | CUNEO | VENEZIA | TRENTO | LONDRA | BARCELLONA | LUSSEMBURGO | ISTANBUL | BRUXELLES | MADRID