English | Italiano | 中文 | Pусский | Français | Deutsch | Español
Normativa europea appalti pubblici: quali regole valgono in Europa?

Gli appalti pubblici sono contratti a titolo oneroso stipulati tra operatori economici e amministrazioni pubbliche (Stato, autorità regionali o locali, etc..) per garantire l'esecuzione di lavori e la prestazione di servizi. In Europa tutte le procedure di aggiudicazione di appalti pubblici devono rispettare i principi del diritto UE. Si parla di normativa europea per gli appalti pubblici.

Più nel dettaglio, l'Unione Europea ha da tempo intrapreso una politica volta a creare pari opportunità per tutte le imprese nella partecipazione agli appalti pubblici. Si sono susseguite diverse direttive che hanno statuito che gli appalti pubblici, che superano determinate soglie di valore, sono assoggettati alle norme comunitarie, le quali rimandano ai seguenti princìpi:

⦁ divieto di discriminazione tra imprese in base alla nazionalità;
⦁ descrizione precisa delle procedure utilizzabili per l'aggiudicazione dei vari tipi di appalto;
⦁ massima pubblicità e trasparenza delle procedure di aggiudicazione;
⦁ determinazione in anticipo di criteri obiettivi per la selezione dei candidati.

Altri principi da osservare sono quelli della concorrenza, della riservatezza e dell'efficienza.

In virtù del principio di trasparenza e pubblicità, le amministrazioni pubbliche devono trasmettere all'Ufficio Pubblicazioni dell'Unione Europea gli avvisi di bandi di gara che oltrepassano le soglie minime, ai fini della pubblicazione degli stessi sulla Gazzetta Ufficiale.

La pubblicazione in Gazzetta, contenente gli elementi essenziali della gara di appalto, costituisce il presupposto fondamentale perché le imprese di tutti i paesi europei possano venire a conoscenza di tutti i principali appalti banditi dalle amministrazioni pubbliche degli stati membri dell'UE, nonché dei requisiti richiesti ai fini della partecipazione.

Normativa europea appalti pubblici: come partecipare a una gara e le tipologie 

L'aggiudicazione degli appalti (di valore medio o elevato) presuppone la partecipazione ad una gara che ovviamente segue la normativa europea sugli appalti pubblici.

Le procedure riconosciute, per il loro esplicarsi, sono le seguenti:

⦁ Aperta, la più utilizzata, ove chiunque può presentare un'offerta completa.
⦁ Ristretta, dove soltanto coloro preselezionati possono presentare un'offerta.
⦁ Competitiva negoziata dove, seppur chiunque può partecipare, soltanto coloro preselezionati sono invitati a presentare un'offerta iniziale e a negoziare. Gli enti appaltanti ricorrono a questa procedura soltanto quando la natura specifica o complessa dell'acquisto richiede una negoziazione.
⦁ Dialogo competitivo, nato per rispondere ad un'esigenza definita dall'amministrazione aggiudicatrice.
⦁ Partenariato per l'innovazione, attuata in presenza della necessità di acquistare un bene o servizio non ancora disponibile sul mercato. Alla procedura possono partecipare diverse società.
⦁ Concorso di progettazione, al fine di raccogliere idee per un progetto.

Possono partecipare alle gare di appalto, istituite in un Paese dell’UE, le società, organizzazioni o istituzioni con sede in un altro Paese membro, senza subire discriminazioni, altresì con il diritto a:

⦁ utilizzare i documenti giustificativi rilasciati dal proprio paese;
⦁ ad accedere in condizioni di parità a tutte le informazioni riguardanti gli appalti, indipendentemente dal paese in cui si è collocati;
⦁ partecipare alle procedure di ricorso presenti.

Normativa europea appalti pubblici: le gare appalto internazionali 

Posto i diritti e le condizioni sopra descritte concernenti la partecipazione alle gare ad esame, preme rilevare quelli che possono essere le cause di esclusione di un potenziale partecipante. Nello specifico, trattasi di quegli offerenti che:

⦁ non sono in regola con il pagamento delle imposte o dei contributi sociali, o sono accusati di corruzione o hanno legami con un'organizzazione criminale;
⦁ sono in stato di fallimento o colpevoli di gravi illeciti professionali.

Prima di menzionare le ultime novità in materia di appalti pubblici in Europa, giova dare risalto a quelle che sono le fonti normative che, a far data da 18 aprile 2014, regolano il settore degli appalti e delle concessioni, quali:

⦁ Direttiva2014/23/UE sull'aggiudicazione dei contratti di concessione;
⦁ Direttiva 2014/24/UE sugli appalti pubblici nei settori ordinari;
⦁ Direttiva 2014/25/UE sugli appalti nei cosiddetti "settori speciali" (acqua, energia, trasporti e servizi postali).

A quest’ultime, devono altresì aggiungersi le ultime novità apportate nel 2020 in tema di soglie, che hanno interessato i settori ordinari, speciali, di concessioni, difesa e sicurezza.

Normativa europea appalti pubblici: come possiamo aiutarti? 

Lo Studio Legale Arnone & Sicomo ha al suo interno un team specializzato di avvocati esperti in appalti pubblici e normativa europea degli appalti pubblici.

Ecco cosa facciamo:

⦁ guidiamo le aziende italiane e straniere nelle procedure di partecipazione alle gare internazionali. Più nello specifico, forniamo tutta l’assistenza necessaria a reperire informazioni sui bandi di gara. Ci occupiamo di esaminare i bandi e aiutare l’azienda nostra cliente a predisporre tutta la documentazione necessaria alla partecipazione alla gara di appalto internazionale;
⦁ ci occupiamo anche di traduzione, legalizzazione e asseverazione di documenti, nonché seguiamo scrupolosamente tutte le fasi della procedura di partecipazione alla gara pubblica fino alla aggiudicazione e stipula dei contratti. Assistiamo l’impresa nostra cliente anche nelle fasi successive alla aggiudicazione, predisponendo i contratti necessari a consentire l’esecuzione dei lavori e gli adempimenti assunti in sede di gara;.
⦁ ci occupiamo anche della gestione di un eventuale contenzioso amministrativo in materia di appalti pubblici. Le imprese infatti che ritengono di essere stata discriminate, o hanno notato delle irregolarità nella procedura di appalto pubblico europeo, possono richiedere un riesame della procedura o fare ricorso.

Desideri avere più informazioni sugli appalti pubblici europei? Vuoi assistenza nella partecipazione a una gara di appalto internazionale? Contattaci, clicca qui.

PALERMO | MILANO | ROMA | NAPOLI | CATANIA | CUNEO | VENEZIA | TRENTO | LONDRA | BARCELLONA | LUSSEMBURGO | ISTANBUL | BRUXELLES | MADRID