Costituzione srl in Italia con socio cinese

COSTITUZIONE SRL CON SOCIO CINESE O ESTERO: è possibile? 

La costituzione di una srl con socio cinese o estero è una tendenza in crescita negli ultimi anni, al fine soprattutto di reperire più capitali e finanziatori.

Per stabilire se un soggetto/ sociostraniero (persona fisica, società o altro ente) possa costituire o partecipare ad una società italiana occorre verificare l’esistenza di accordi internazionali (che disciplinano alcune posizioni giuridiche dei soggetti coinvolti nell’operazione, come ad esempio le questioni relative alla tassazione dei redditi, dei dividendi, degli interessi) tra l’Italia ed il Paese straniero cui appartiene il soggetto. Obiettivo primario di questi accordi è quello di garantire la reciprocità delle condizioni di trattamento per i cittadini degli Stati aderenti, evitare la doppia imposizione fiscale e prevenire le evasioni fiscali.

In difetto di accordi internazionali, si ricorrerà al diritto internazionale privato italiano, secondo il quale si applica:

– per la persona fisica, la propria legge nazionale o, in alternativa, la legge dello Stato con il quale il cittadino ha il legame più stretto;

– per la società, la legge dello Stato di cui ha la nazionalità.

La disciplina è, inoltre, differente a seconda che lo straniero sia o meno cittadino europeo.

I cittadini comunitari, possono costituire o partecipare a società italiane in quanto valgono le stesse regole applicabili ai cittadini italiani, in virtù del principio della libera circolazione delle persone, delle merci e dei capitali nonché la libertà di stabilimento.

Stessa disciplina vale per le società che hanno nazionalità di un Paese dell’UE, nonché ai lavoratori dell’Islanda, della Norvegia, del Liechtenstein e della Svizzera, in quanto Paesi firmatari dell’Accordo sullo Spazio Economico Europeo (S.E.E.).

Lo straniero extra UE, regolarmente soggiornante, può costituire una srl in Italia, salvo che la legge o convenzione internazionale imponga espressamente la verifica dell’esistenza della condizione di reciprocità. L’art. 16 delle preleggi del codice civile italiano, sancisce che lo straniero è ammesso a godere dei diritti civili attribuiti al cittadino a condizione di reciprocità e salve le disposizioni contenute in leggi speciali.

Lo straniero non regolarmente soggiornante può divenire socio di una società italiana, a condizione di reciprocità (da intendersi quale reciproco riconoscimento da parte dello Stato straniero ed italiano, del diritto di acquisizione di quote societarie straniere per i rispettivi cittadini).

In difetto della condizione di reciprocità, lo straniero risulterà privo della capacità di agire e, pertanto, non potrà diventare socio di una srl italiana.

I rifugiati e gli apolidi sono parificati ai cittadini italiani e, dunque, dispensati dalla verifica della condizione di reciprocità. Possono partecipare a società purché siano residenti regolarmente da 3 anni nel territorio italiano.

COSTITUZIONE SRL IN ITALIA CON SOCIO CINESE: un cittadino cinese può essere socio di una società italiana?

Un cittadino cinese può acquistare quote societarie di una srl, assumere cariche societarie(solo se connesse all’investimento)a condizione di reciprocità, purché dunque lo stesso regime sia garantito ad un cittadino italiano nello Stato cinese.

Tale condizione di reciprocità è esistente. Pertanto è possibile per una persona con cittadinanza cinese, non residente in Italia, acquistare quote di una Società italiana.

A garantire ai cittadini cinesi il diritto di partecipare a società italiane, è il trattato bilaterale italo-cinese del 28 gennaio 1985.

COSTITUZIONE SRL IN ITALIA CON SOCIO CINESE: la limited liability company

Gli investimenti diretti esteri in Cina, possono essere effettuati in collaborazione con un partner locale (Joint-Venture) oppure con la costituzione di una società a capitale interamente straniero, quale la WFOE (Wholly Foreign Owned Entreprise).

Negli ultimi anni, quest’ultima forma, è divenuta la preferita per gli investitori cinesi ed in generale stranieri, in quanto elimina le difficoltà ed i conflitti connessi alla presenza di un partner locale. In questo modo la Cina ha progressivamente reso più permissiva la normativa per l’ingresso degli investitori stranieri.

La Company Law del 1993, in vigore dal 1 gennaio 2006 contiene la disciplina delle societa’ di capitali in Cina.

La nuova legge prevede le seguenti forme societarie:

Limited Liability Company (LLC)

One-Person Limited Liability Company: società a responsabilità limitata con socio unico;

Joint Stock Company: societa’ per azioni.

La tipologia di WFOE più utilizzata è la LLC (Limited Liability Company) che, come struttura legale, assomiglia molto alla nostra SRL (Società a Responsabilità Limitata), laddove la società risponde delle obbligazioni sociali solamente con il suo patrimonio.

Desideri ricevere informazioni sulla costituzione di una srl in italia con socio cinese,  contattaci

PALERMO | MILANO | ROMA | NAPOLI | CATANIA | CUNEO | TRENTO | LONDRA | ISTANBUL | BRUXELLES | LUSSEMBURGO | MADRID